HOUSEKEEPING – COME ORGANIZZARE LE PULIZIE IN HOTEL

“Come organizzare le pulizie in hotel”

Il reparto delle cameriere ai piani, guidate dalla figura della governante, non ha solo il compito di pulire al meglio le camere. Si tratta di curare anche l’intera struttura, in tutte le sue parti comuni e nei vari outlet, fino alle zone esterne di pertinenza. In una struttura ricettiva la pulizia degli ambienti e soprattutto delle camere, è in assoluto l’elemento  su cui il cliente concentra la sua attenzione.

Nota dolente, devo ahimè denunciarla!  Nella maggior parte delle strutture ricettive vi  è il concetto diffuso  del lavoro definito per compartimenti stagni. La collaborazione di base si limita all’essenziale ed al “mutuo soccorso”. Ogni reparto lavora per adempiere al livello minimo degli standard definiti e raramente si spende un pensiero che preveda l’andare oltre ciò che si ritiene essere di propria pertinenza e valutare se e come una certa situazione si può ripercuotere su un altro reparto e/o sull’ospite.

 

Ogni collaboratore dovrebbe essere stimolato a pensare che ogni sua azione ha una conseguenza e la qualità di come la si

esegue determina/influisce su ciò che è  stato fatto prima e su ciò che ne potrebbe conseguire.

Le persone addette alla pulizia come tutto il personale di guest-contact hanno  la  grande responsabilità  di farsi trovare pronte all’incontro con il cliente.

Bastano alcuni secondi per offrire il giusto approccio, un saluto cordiale di benvenuto, informarsi se la camera è in ordine e ha tutto quanto desidera l’ospite, poche semplici regole che vi aiuteranno nel “durante”.

La cosa che difficilmente entra nella cognizione delle persone addette alla pulizia e della manutenzione della struttura è che anch’esse partecipano attivamente al ciclo di ospitalità  del cliente e, di conseguenza, essendo personale di contatto, sono potenziali venditori.

Infatti, se ben formate anche nella gestione della relazione con l’ospite, queste persone possono tentare la vendita in cross-selling, per esempio suggerendo l’uso della SPA, o una cena preso il  ristorante dell’hotel,,,.

 

Atteggiamenti e modi virtuosi

  • Un corretto uso dei prodotti: rovinare un materiale per uso improprio di un prodotto non è cosa rara.

Quindi: serve aver ben chiaro in mente la differenza tra “detergenti”,-“sanitizzanti”, “disinfettanti”, e “protettivi”

  • Set di lavoro: nel proprio contenitore o carrello dovrebbero essere sempre presenti:

detergente neutro,-detergente acido,-detergente alcalino,-panno microfibra,-panno specifico per specchi e vetri, spugne di diverso colore (una solo  per i sanitari),- un pennellino  o spazzolino da denti,-guanti personali.

  • Il carrello: è il principale strumento di lavoro e non sempre è favorito all’uso  data la particolare conformazione dei piani-presenza di scalini, piani mezzani, piani sfalsati, assenza di ripostiglio, ma dove è possibile deve essere allestito quotidianamente  ad arte in relazione alla distribuzione del lavoro assegnato  dalla governante (numero di fermate,-numero di partenze,-numero di arrivi)

Percorso di pulizia: come in tutti i lavori l’organizzazione è fondamentale al fine di risparmiare tempo ed energie.

Così per l’Housekeeping. Vediamo insieme i vari step:

  • fate un veloce controllo di eventuali danni da comunicare alla reception
  • riponete nell’office vassoi F&Beverage (con tazze,bicchieri,ecc..in dotazione della camera)
  • Aprite porte e finestre per areare l’ambiente
  • Verifica dei terrazzi /balconi
  • Controllate le luci ed il  condizionamento
  • Rimuovete i rifiuti e ripristinate il frigobar
  • Disfate la camera ed il bagno (contare ed annotare biancheria)
  • Rientrate con  lenzuola, federe e asciugamani puliti.
  • Spruzzate detergenti e sanificanti in bagno
  • Rifate il letto
  • Pulite il bagno e rimpiazzate  set cortesia dando lo straccio per terra come ultima operazione
  • Poi, partendo dal punto più lontano, spolveravate in camera e pulite le superfici.
  • Aspirate e date  il panno umido al pavimento

 

Ultima occhiata!

 

Fondamentale per rivedere il lavoro svolto e le eventuali imperfezioni.

Non esiste una regola precisa ma è imperativo essere organizzati e seguire una procedura.

 

Chiudo con una pillola

 

Marketing ai piani: distinguersi nel mondo dell’ospitalità è un fine comune a molte aziende.

Per farlo si rende necessario strizzare l’occhio a quei prodotti che possono assolvere a più funzioni. Per esempio, scegliendo una linea di cortesia amica dell’ambiente, se ne può beneficiare sia in termini di comunicazione che di vendita,  richiamando a sé il pubblico particolarmente sensibile a questa tematica.

Nel prossimo articolo parlerò di “ Complaint” e di come gestirli.

Buona vita a tutti.

indice dei contenuti.

Richiesta consulenza
DIVENTA CONSAPEVOLE. RICHIEDI UN'APPUNTAMENTO.